E piango

senE piango non per le speranze che ho sciupato,
non per le promesse che ho fatto e disatteso,
né per i sogni che ho amato e presto obliato.
Ma solo quando tra il troppo che potevo fare
o il poco che non dovevo, ho scelto il nulla,
restando tra i rami secchi della mia inerzia.

 

Lascia un commento

Devi autenticarti per lasciare un commento