E ti trovo

E ti trovo anche quando insorge la certezza di perderti. Resisto e supero sempre la tentazione di strade diverse, che sembrano brillare con percorsi facili, un luccichio di vuote moine maglie incatenanti, che presto evaporano. Resto ritto senza mai incurvarmi,con […]

unione

Meglio un pezzo di pane secco…

” Meglio un pezzo di pane secco e la serenità, che una casa dove si banchetta splendidamente e si litiga”(Proverbi 17,1). Non sempre la sapienza biblica trova accoglienza nelle famiglie moderne, dove tutto si misura sul possesso delle cose e […]

umil

Sognai di essere un grande uomo

Un giorno sognai che ero diventato un grande uomo. Mi vedevo e sentivo di essere ammirato da tutti. Godevo e gridavo che avevo raggiunto ogni meta solo con la mia intelligenza. Avevo tutto e nulla desideravo. Ero pieno di me […]

31 maggio

30 maggio

 

14 maggio

IMG_8202

13 maggio

IMG_8201

12 maggio

IMG_8200

11 Maggio

IMG_8199

10 maggio

IMG_8197

9 MAGGIO

IMG_8196

8 Maggio

 

IMG_8195

7 MAGGIO

IMG_8194

Primo Maggio

IMG_9656

Primo Maggio: Festa dei lavoratori?

Maggio

Quella di oggi non si può chiamare la festa del lavoro, ma della disoccupazione e della paura.

Sui volti di tutti e di ciascuno è  leggibile non solo la propria, ma anche la sofferenza degli assenti,  coinvolti in un riposo forzato, che sta aprendo le porte della disperazione per tante famiglie, ormai in balia della povertà.

I comizi e i concerti, silenziosi conditi da una fiera verbale televisiva,  oggi sembrano la celebrazione delle esequie del diritto al lavoro sancito dalla Costituzione.

Infatti, ai canti e alle parole in libertà, che creano solo barlumi di speranze, che quasi sempre si spengono, una volta chiuso il sipario, fa da contraltare la realtà di una società arrabbiata, smarrita nella ragnatela del non lavoro, che avanza impietosamente, grazie anche al mistero del corona virus.
È proprio il caso di dire che oggi, più che celebrare la festa dei lavoratori, molti fanno semplicemente memoria, dai loro balconi,  di un  lavoro,che, dopo tanti sacrifici, stanno perdendo  per  le solite incertezze politiche