E il Signore non può non ascoltare

pregare

Troppe volte soffochiamo il respiro della preghiera,  
solo perchè pensiamo di non essere ascoltati.
Ci lasciamo sopraffare dalla fretta di avere ciò che chiediamo
e non ricevendolo subito,  ci convinciamo di non essere più amati.
Invece,  non è così,  anche perchè le ore di Dio sono diverse dalle nostre.
Non solo,  ma a nessuno fa mancare il suo amore sia quando esaudisce le richieste, 
sia quando,  nella voluta sordità,  vuole la perseveranza.
Una fede vera, umile e paziente non ha mai fretta.
Continua sempre a chiedere, a cercare, a bussare.
E il Signore non può non ascoltare.
Anzi, è talmente sensibile alla fede viva ed insistente,
che facilmente si lascia da essa plasmare e piegare.
Ed  è  l’ unica via da percorrere, 
se vogliamo strappare dal suo cuore ciò che vogliamo.

2 Risposte to “E il Signore non può non ascoltare”

  1. gilda.iesu scrive:

    E’ proprio così! A Medjugorje ho conosciuto la forza della preghiera. Per me la preghiera è incontro e dialogo con Gesù e la Mamma celeste. Quando preghiamo e invochiamo lo Spirito Santo ,Gesù e Maria sono con noi. Gesù ci trasmette la sua forza per affrontare la sofferenza e per perdonare il nostro prossimo che ci fa del male; Maria ci difende dalle insidie del maligno e intercede per noi presso il Figlio. Ho capito che dobbiamo essere perseveranti nella preghiera, dobbiamo chiedere al Padre e dire : ” se questo non contrasta con il tuo progetto di salvezza o Signore!”. Dobbiamo fidarci di Lui! Lui ci ascolta e se non ci esaudisce è per il nostro bene, perché Lui sa cosa è necessario per la salvezza della nostra anima e dei nostri cari.

Lascia un commento

Devi autenticarti per lasciare un commento